Latest news

Obblighi di pubblicità e trasparenza per i Contributi Pubblici

Legge n. 124/2017 Art. 1 c.125,127
OBBLIGO DI TRASPARENZA PER I CONTRIBUTI PUBBLICI

OGGETTO DELL’OBBLIGO:
I soggetti interessati sono tenuti a pubblicare entro il 30 giugno di ogni anno gli importi e le informazioni relativi a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, percepiti nell’esercizio finanziario precedente ed effettivamente erogate da tutte le pubbliche amministrazioni dello Stato e soggetti assimilati, (Agenzie delle Entrate, Regioni, Province e Comuni, Camera di Commercio, Associazioni).

Sono oggetto di obbligo di pubblicazione le erogazioni pubbliche di importo pari o superiore a 10.000 euro. Per il calcolo della soglia devono essere cumulate tutte le sovvenzioni incassate dal soggetto beneficiario nell’anno di riferimento.

MODALITÀ DI ASSOLVIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA:
I soggetti interessati entro il 30 giugno di ogni anno pubblicano le informazioni relative alle sovvenzioni incassate nell’anno precedente. Non devono essere indicati gli importi contenuti nel decreto di concessione, bensì la quota-parte incassata nell’anno di riferimento, o se l’erogazione viene effettuata in un’unica soluzione, l’intero importo concesso.

Le modalità di assolvimento dell’obbligo di trasparenza variano in riferimento alla tipologia di soggetto obbligato:

  • gli enti non commerciali pubblicano le informazioni richieste nei propri siti internet o analoghi portali digitali;
  • le imprese commerciali pubblicano le informazioni richieste nelle note integrative del bilancio di esercizio e dell’eventuale bilancio consolidato. In tale caso, il termine per l’assolvimento dell’obbligo coincide con quello previsto per l’approvazione dei bilanci annuali;
  • le imprese commerciali comunque non tenute alla redazione della nota integrativa pubblicano le informazioni richieste sui propri siti internet, secondo modalità liberamente accessibili al pubblico o, in mancanza di un sito di proprietà, sul portale digitale delle associazioni di categoria di appartenenza.

INFORMAZIONI OGGETTO DI PUBBLICAZIONE:
Le informazioni da riportare riguardano:

1) denominazione e partita IVA (o codice fiscale) del beneficiario;
2) denominazione del soggetto erogante;
3) importo incassato;
4) elementi identificativi del contributo ricevuto – titolo del bando di concessione o del regime di aiuto.

SANZIONI
Nel caso di inadempimento degli obblighi di trasparenza è prevista:

A) una sanzione pari all’1% degli importi ricevuti (comunque di importo non inferiore a 2.000 euro), con la sanzione accessoria dell’adempimento agli obblighi di pubblicazione;

B) nel caso in cui entro 90 giorni dalla contestazione il soggetto obbligato assolva all’obbligo di trasparenza e al pagamento della sanzione, il contributo ricevuto deve essere restituito integralmente.

Le sanzioni sono irrogate dalle pubbliche amministrazioni che hanno concesso il beneficio.

Si comunica che in sede di conversione in legge del D.L. n. 52/2021, c.d. “Riaperture” è stato approvato un emendamento che proroga al 1° gennaio 2022 il termine di decorrenza delle sanzioni per l’anno 2021 relative all’inosservanza degli obblighi di trasparenza in ordine alle erogazioni pubbliche ricevute da Associazioni e imprese di cui all’art. 1, commi da 125 a 129 della Legge n. 124/2017. 

Le aziende interessate dall’obbligo che non hanno un proprio sito internet e che non sono tenute alla redazione della nota integrativa (bilancio), possono richiedere alle associazioni di categoria la pubblicazione dei propri dati, inviando una mail a info@confcommerciobusto.it

Michela MoriggiObblighi di pubblicità e trasparenza per i Contributi Pubblici