Michela Moriggi

Nuove mutualità Enti Bilaterali Varese

Anche per l’anno 2021, con Accordo tra le parti sociali gli Enti Bilaterali hanno stanziato risorse a favore dei lavoratori e delle aziende coinvolti ancora dall’emergenza COVID-19. Specificatamente vengono riproposte le seguenti prestazioni:


Prestazioni per i lavoratori:

a) SOSTEGNO PER LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI IN DEROGA (CIGD) E FONDO DI INTEGRAZIONE SALARIALE (FIS), come lo scorso anno il lavoratore per poter beneficiare del contributo deve operare in un’azienda che ha attivato ammortizzatori sociali quali CIGD e FIS a partire dal 01/01/2021 al 31/10/2021, per almeno 13 settimane, se dipendente con contratto a tempo pieno, aver usufruito durante il suddetto periodo di almeno 80 ore di cassa; se dipendente con contratto a tempo parziale, aver usufruito di almeno 40 ore di cassa.

Novità di quest’anno è quella che per accedere alla prestazione, il lavoratore deve essere in possesso del modello ISEE in corso di validità (anno 2021) con situazione economica equivalente non superiore a € 26.000,00.

Il contributo è concesso nelle seguenti modalità:
–        € 300,00 per i lavoratori monoreddito (nucleo familiare con un solo reddito) full time;
–        € 200,00 per i lavoratori plurireddito (nucleo familiare con più redditi) full time;
–        € 150,00 per i lavoratori monoreddito (nucleo familiare con un solo reddito) part time;
–        € 100,00 per i lavoratori plurireddito (nucleo familiare con più redditi) part time.


b) SOSTEGNO AI LAVORATORI SOSPESI (MENSE SCOLASTICHE) – SOLO TURISMO, per i soli lavoratori del contratto del turismo, assunti a tempo indeterminato presso mense scolastiche il cui rapporto di lavoro subisce una sospensione estiva di almeno trenta giorni di calendario, l’Ente Bilaterale riconosce un contributo una tantum, in relazione alla situazione economica definita nel modello ISEE ordinario o corrente, così definita:
– ISEE fino a € 10.000,00 il contributo erogato è di € 300,00;
– ISEE fino a € 26.000,00 il contributo erogato è di  200,00;
– ISEE oltre a € 26.000,00 il contributo erogato è di € 100,00,


Prestazioni per le aziende:

a) ACQUISTO DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE, la prestazione già regolamentata viene modificata e ampliata aggiungendo il rimborso, oltre che all’acquisto dei dispositivi di protezione individuale e alla redazione/aggiornamento del protocollo aziendale, anche per le spese sostenute per test molecolari, antigenici (rapidi) e sierologici effettuati al titolare/socio dell’azienda e a tutti i lavoratori dipendenti e le spese sostenute per la campagna di vaccinazione aziendale.

Viene variata la condizione di richiesta relativa al numero di lavoratori dipendenti dell’azienda e l’importo massimo erogabile, precisamente:
il contributo massimo erogabile è pari al 50% delle spese sostenute e documentate con un importo massimo di:
– € 300,00 per le aziende da 1 a 15 lavoratori dipendenti;
– € 500,00 per le aziende da 16 a 50 lavoratori dipendenti.

Tutte le richieste devono essere inoltrate solo ed esclusivamente on-line dal sito www.entibilaterali.va.it selezionando la voce “Mutualità On-line” e successivamente il settore di appartenenza della propria azienda (Terziario o Turismo).

La domanda deve essere completa di tutta la documentazione richiesta, compilata in ogni parte e inviata esclusivamente in via digitale attraverso il portale dell’Ente Bilaterale.

Le richieste dovranno pervenire entro e non oltre il 31/10/2021 e verranno approvate in ordine cronologico fino ad esaurimento dei fondi.

Per maggiori informazioni s u queste ed altre mutualità:

https://www.entibilaterali.va.it/mutualita-online.html

Michela MoriggiNuove mutualità Enti Bilaterali Varese
read more

Seconda Tranches – Rinnova Autovetture e Motoveicoli 2021

Contributi per il rinnovo del parco veicolare con autovetture a basso impatto ambientale destinate a persone fisiche residenti in Lombardia – Modifiche e integrazioni della misura di incentivazione approvata con D.G.R. n. 4266 del 8/2/2021 – definizione dei criteri e delle modalità della seconda attuazione della misura

Visto il grande successo del bando Rinnova Veicoli  di inizio anno,  è stato deciso da Regione Lombardia di  stanziare ulteriori 30 milioni di euro per una seconda riedizione della misura, con sostanziale riduzione dei contributi per ogni domanda al fine di poter favorire la massima partecipazione.

Il nuovo bando sarà cosi strutturato:

Finalità: rinnovare i veicoli inquinanti incentivando l’acquisto di autovetture di nuova immatricolazione a bassissime o zero emissioni,  prevedendo la radiazione di veicoli per il trasporto persone a benzina fino a Euro 2/II incluso o diesel fino a Euro 5/V incluso.

Beneficiari: persone fisiche residenti il Lombardia con finestra riservata a persone che hanno già presentato una domanda con Bando precedente.

Entità agevolazione: contributo a fondo perduto da 1000 a 4000 euro a seconda della tipologia di veicolo acquistato

condizioni: rottamazione per demolizione, applicazione di uno sconto pari ad almeno il 12% del prezzo di listino da parte del venditore (possibilità di acquisto senza radiazione solo nel caso di acquisto di un’autovettura a emissioni zero:  elettrica pura o a idrogeno)

spese ammissibili: sono ammesse le spese per acquisto di autovettura che garantisca bassissime o zero missioni di inquinanti. I veicoli acquistati devono essere immatricolati per la prima volta in Italia.  La proprietà del veicolo acquistato deve essere mantenuta per almeno 24 mesi successivi all’intestazione del veicolo al soggetto beneficiario.

Tipologia procedura: sono previste due linee di finanziamento:

Linea A – dal 17 al 28 giugno: (rivolta alle persone fisiche che abbiano già presentato domanda con Bando precedente e che nel frattempo abbiano già perfezionato l’acquisto e l’intestazione della vettura. – la domanda su tale liea prevede il rimborso diretto al soggetto beneficiario da parte di Regione Lombardia)

Per a Linea A sono stati stanziati 12 milioni.

Linea B – dal 30 giugno fino ad esaurimento fondi:  (rivolta alle persone fisiche che perfezionano l’acquisto dell’auto presso il  venditore/concessionario, il quale dovrà accreditarsi nella piattaforma regionale dedicata qualora non l’abbia già fatto per il bando precedente.

La procedura sarà gestita direttamente dal venditore/concessionario che poi verrà  rimborsato da  Regione Lombardia)

Per a Linea B sono stati stanziati 18 milioni  più eventuali fondi della linea A non utilizzati.

Visita il sito www.associati.confcommercio.it e scopri tutte le convenzioni dedicate a te, tra le quali SEAT, FCA, PIAGGIO, PEUGEOT, SEAT 

 

Michela MoriggiSeconda Tranches – Rinnova Autovetture e Motoveicoli 2021
read more

Decreto Sostegno

 

📌 APPROVATO IL DECRETO SOSTEGNO: LE PRINCIPALI MISURE

Approvato dal Governo il Decreto Sostegno. Manovra da 32 miliardi complessivi, con contributi alle imprese (senza più il vincolo dei codici Ateco) e per le partite Iva e i liberi professionisti (per la prima volta previsti ristori anche per gli autonomi iscritti agli Ordini professionali). Il decreto contempla anche la proroga della cassa integrazione e la rottamazione delle cartelle esattoriali del periodo 2000/2010 (fino a un importo massimo di 5mila euro).

➠ Qui il pdf del Decreto Sostegno: https://www.governo.it/…/files/Slide_DecretoSostegni.pdf

❓❓In sintesi❓❓

✔️ I SOSTEGNI PER LE IMRPESE

Il ristoro è destinato alle aziende con un fatturato fino a 10 milioni (il tetto inizialmente era di 5 milioni), che hanno subito perdite per oltre il 30% nel 2020.
🔹 L’indennizzo non può superare i 150mila euro. Il calcolo viene fatto sulla media della perdita mensile registrata nel raffronto tra 2020 e 2019. A questa base si applica poi una percentuale dal 20 al 60% secondo l’entità del fatturato.
🔹 La ripartizione prevede cinque fasce: alle aziende con ricavi fino a 100 mila euro si applica il 60%, a quelle tra 100 e 400 mila euro il 50%, tra 400 mila e 1 milione il 40%, da 1 a 5 milioni il 30% e, infine, il 20% a quelle con fatturato tra i 5 e i 10 milioni.
🔹 Rispetto ai precedenti decreti con i ristori, questa volta NON SONO PREVISTI I CODICI Ateco.

✔️ BONUS PARTITE IVA, STAGIONALI E AUTONOMI

Il decreto Sostegni introduce gli aiuti alle imprese e ristori alle partite Iva, che potranno chiedere i contributi a fondo perduto in base alla differenza di fatturato effettivo tra il 2020 e il 2019, che deve essere superiore al 30%. Gli autonomi iscritti agli Ordini professionali entrano per la prima volta nel sistema generale di aiuti.
🔹 Il bonus partite Iva, dovrebbe arrivare nel mese di aprile, e consisterebbe in un indennizzo una tantum fino a 3 mensilità per 3.000 euro complessivi.
🔹 Per i lavoratori stagionali e dello spettacolo senza partita Iva, indennità una tantum di 2.400 euro.

✔️ FISCO, CARTELLE ESATTORIALI

Stralcio delle vecchie cartelle esattoriali, affidate dal 2000 al 31 dicembre 2010, fino a 5mila euro e con un tetto di reddito a 30mila euro.
🔹 Sospesi fino al 30 aprile i versamenti delle cartelle in pagamento e gli avvisi esecutivi ed è stato prorogato di 12 mesi il termine per le notifiche e di 24 mesi quello della prescrizione. Inoltre, l’Agenzia delle entrate metterà a disposizione dei cittadini la dichiarazione precompilata il 10 maggio, anziché il 30 aprile, con lo slittamento dei termini delle certificazioni uniche a fine marzo.

✔️ BLOCCO LICENZIAMENTI E CASSA INTEGRAZIONE

Nuova proroga della cassa integrazione e del blocco dei licenziamenti.
🔹 Tredici settimane di ulteriore cassa integrazione con la causale Covid-19, utilizzabili tra il primo aprile e il 30 giugno, per le imprese che hanno la cassa ordinaria. Per le aziende più piccole, che invece hanno la cassa in deroga o Fondo di integrazione salariale, ci sarà un massimo di altre 28 settimane nel periodo tra il primo aprile e il 31 dicembre.
🔹 Collegata alla proroga della cassa c’è anche quella del blocco dei licenziamenti economici. Proroga breve, fino al 30 giugno, per tutte le imprese, indipendentemente dal numero dei dipendenti; proroga lunga, fino al 31 ottobre, solo per le aziende coperte dalla cassa integrazione in deroga e dal Fis e del settore agricolo.
🔹 Le aziende che ricorrono alla cassa Covid-19 non possono licenziare mentre la usano.

✔️ ESONERO CONTRATTI

I contratti a termine, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi, potranno essere rinnovati o prolungati senza la necessità di indicare la causale, per un massimo di dodici mesi e per una sola volta.

✔️ CONGEDO PARENTALE

I genitori possono accedere al congedo parentale con una retribuzione al 50 per cento (al momento le due misure sono incompatibili: dunque a chi è in lavoro agile è precluso il congedo).
🔹 Questa misura è riservata a tutti i lavoratori dipendenti con figli minori di 14 anni. Ha diritto di richiedere il congedo anche chi ha figli di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ma in questo caso senza retribuzione. Per il genitore che resta a casa c’è il divieto di licenziamento e la conservazione, dunque, del posto di lavoro.

Michela MoriggiDecreto Sostegno
read more

Rinnova Autovetture e Motoveicoli 2021

ATTENZIONE: è possibile presentare unicamente domande per motoveicoli e ciclomotori elettrici, causa esaurimento risorse.

 

E’ stato pubblicato il bando “Rinnova Autovetture e Motoveicoli 2021” che prevede contributi a fondo perduto in seguito a sostituzione dei veicoli privati.

Le domande potranno essere presentate dal prossimo 1 marzo.

Visita il sito www.associati.confcommercio.it e scopri tutte le convenzioni dedicate a te, tra le quali SEAT, FCA, PIAGGIO, PEUGEOT, SEAT 

 

Michela MoriggiRinnova Autovetture e Motoveicoli 2021
read more

Sconto Diritti SIAE

Ricordiamo che presso l’Ufficio Accoglienza Soci è possibile ritirare il modulo per ottenere lo sconto sui Diritti SIAE che scadono in data 30.04.2021 

Convenzione riservata ai soci in regola con il pagamento della quota anno 2021

Michela MoriggiSconto Diritti SIAE
read more

Via libera al servizio mensa per le aziende nei Ristoranti

Carissimi Soci,

Vi informiamo che il Ministero dell’Interno ha chiarito che deve ritenersi consentito lo svolgimento, nel rispetto delle misure di contenimento del contagio, dell’attività di ristorazione all’interno dei pubblici esercizi in favore di lavoratori di aziende, con le quali l’esercizio abbia instaurato un rapporto contrattuale avente ad oggetto la somministrazione di alimenti e bevande mense e del catering continuativo su base contrattuale. 

La nota precisa che, al fine di agevolare le attività di controllo sul regolare svolgimento di detta attività, è opportuno che, a cura dell’esercente siano tenuti in pronta visione:

– copia del contratto sottoscritto tra esercente e datore di lavoro

– elenco dei nominativi del personale beneficiario del servizio.

Attenzione: il Ministero esclude espressamente la possibilità che le medesime attività possano esser svolte – sempre sulla base di un contratto – anche nei confronti di un libero professionista (o di un titolare di partita IVA), in quanto in tal caso la fattispecie non sarebbe riconducibile alle attività di mensa o di catering continuativo, mancando un elemento imprescindibile di tali prestazioni, costituito dalla “collettività”.

IMPORTANTE: per poter esercitare l’attività come mensa è necessario in possesso delle prescritte autorizzazioni, se non lo avete già fatto, ovvero SCIA per aggiunta attività secondaria di mensa (con relativo codice ateco), nonché verifica/adeguamento manuali aziendali di autocontrollo / sicurezza ecc.

Vi ricordiamo che i nostri Uffici territoriali sono a Vostra disposizione per informazioni e per assisterVi nella pratica amministrativa da inviare a SUAP per l’aggiunta dell’attività di mensa e/o aggiornamento dei manuali.

Michela MoriggiVia libera al servizio mensa per le aziende nei Ristoranti
read more

Bando Credito Ora

Nuova misura straordinaria della Regione Lombardia dedicata all’abbattimento dei tassi di interesse per le operazioni di finanziamento 

BENEFICIARI

  • micro e piccole imprese dei settori dei servizi di ristorazione (CODICI Ateco 56.10.1, 56.10.2, 56.10.3,56.30)
  • attività storiche e di tradizione. (iscritte al registro delle attività storiche e di tradizione lombarde)  

CONTRIBUTO

Abbattimento degli interessi fino al 3% e fino ad un valore massimo di € 2.500 oltreché di una copertura del 50% degli eventuali costi di garanzia nel limite di € 300 

CONDIZIONI DEL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO

Stipula con un istituto di credito e/o un Confidi per operazioni di liquidità che rispettino i seguenti requisiti:

  • importo minimo 10.000 euro e massimo 30.000 euro
  • durata da 12 a 72 mesi, di cui massimo 24 mesi di preammortamento
  • stipulato a decorrere dal 16 ottobre 2020 (data di entrata in vigore dell’Ordinanza Regionale n. 619 del 15 ottobre 2020). 

Ogni impresa può presentare un solo contratto di finanziamento e tale contratto non deve essere già stato oggetto di agevolazione in conto interessi.

I nostri Uffici sono a disposizione per l’inoltro delle domande.

Michela MoriggiBando Credito Ora
read more

Nuova Convenzione AGESP

Agesp Energia per gli associati Confcommercio Busto Arsizio e Medio Olona propone una proposta specifica per la fornitura di energia elettrica e gas: vantaggiose offerte a prezzo fisso e a prezzo indicizzato che consentono di ridurre i costi energetici della propria realtà.

La proposta è rivolta alle attività economiche associate Confcommercio che intendano stipulare un contratto per la somministrazione continua di gas naturale ed energia elettrica, e che potranno beneficiare di un contratto
personalizzato in caso di consumi superiori ai 100.000 smc/anno o 200.000 kWh/anno.

Nel periodo di validità della convenzione AGESP ENERGIA fornirà anche un servizio di consulenza agli associati, relativamente ad aspetti commerciali, tecnici o normativi relativi al mercato del gas e dell’energia elettrica.

Ma i vantaggi non finiscono qua, alla sottoscrizione del contratto di fornitura riceverai un Voucher “Sicurezza” per l’acquisto di uno dei servizi offerti dall’Istituto di Vigilanza La Patria Spa. Potrai scegliere inoltre un vantaggio aggiuntivo a tua scelta tra “giornate GRATIS” (1000 kWh gratis) oppure “Pubblicità GRATIS” su Radio BustoLive.

Michela MoriggiNuova Convenzione AGESP
read more

Busto E-shop

Busto e-shop: ecco l’elenco dei siti di e-commerce dei negozi della città

Per supportare i negozi che svolgono anche attività di vendita online, l’Amministrazione promuove l’iniziativa ‘Busto e-shop’.

In questa sezione del sito sono pubblicati i link ai siti di e-commerce, sia per far conoscere ai cittadini i servizi offerti dai negozi, sia per dare una mano ai commercianti a promuovere le loro attività.

E’ una azione di comunicazione che si affianca alla campagna con cui i cittadini sono stati invitati a fare acquisti in città.

“Dal 17 gennaio la Regione Lombardia è in zona rossa e i negozi sono stati costretti a riabbassare le saracinesche – osserva la vicesindaco e assessore allo Sviluppo del territorio Manuela Maffioli -. Le vendite on line sono comunque consentite: ecco perchè ‘Busto e-shop’ potrebbe rappresentare un ulteriore veicolo promozionale per i commercianti della città e uno strumento informativo utile a far conoscere ai cittadini ciò che i negozi offrono, in modo che possano scegliere di restare in città a fare acquisti pur in modalità a distanza, senza dover ricorrere alle piattaforme internazionali di vendita”.

I negozianti interessati possono scrivere alla mail bustoeshop@comune.bustoarsizio.va.it per indicare l’indirizzo del loro sito e tutte le altre informazioni da mettere a disposizione della cittadinanza.

I am text block. Click edit button to change this text.

Michela MoriggiBusto E-shop
read more

Fondo Ristorazione

Un aiuto concreto per ripartire. 100% Made in Italy

I ristoratori possono richiedere contributi a fondo perduto per un minimo di 1000 e un massimo di 10mila euro. Possono accedere al contributo ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo con i seguenti CODICE ATECO PREVALENTI

56.10.11 (ristorazione con somministrazione)
56.29.10 (mense)
56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale)
56.10.12 (attività di ristorazione connesse alle aziende agricole)
56.21.00 (catering per eventi, banqueting)
55.10.00 (alberghi) limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo

che fra marzo e giugno 2020 abbiano subito un calo di fatturato di almeno il 25% rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente

È possibile presentare la domanda dal 15 novembre al 28 novembre 2020. L’ordine di presentazione della domanda non dà diritto ad alcuna prelazione sulla erogazione del contributo che verrà concesso solo in base alla corretta compilazione della domanda.

QUALI PRODOTTI SONO AMMESSI?
Almeno tre tra i prodotti vitivinicoli, pesca e acquacoltura, prodotti Dop e Igp, prodotti che valorizzano la materia prima del territorio. I prodotti che rientrano nel fondo ristorazione sono tutti quelli acquistati con documentazione fiscale, a partire dal 14 agosto 2020 che provengono dalle filiere agricole e agroalimentari Made in Italy.

Presentazione della domanda online o presso un ufficio postale, in seguito ad acquisto, con documentazione fiscale, effettuato a partire dal 14 agosto 2020. Dopo un primo controllo sarà versato un anticipo del 90% degli acquisti effettuati, tramite bonifico di Poste Italiane.

Il ristoratore deve presentare la quietanza di pagamento degli acquisti fatti.

Al termine di questi passaggi sarà saldato anche il restante 10% del totale del contributo concesso, sempre tramite bonifico di Poste Italiane

Michela MoriggiFondo Ristorazione
read more